fbpx

0
Totale : 0,00 €
Il carrello è vuoto!
Prodotto aggiorna

Kinowa n.3

8,00 €
Disponibile
A colori o B/N:
in bianco e nero
L'Uomo in Ascolto

Mentre Jack, Luna Sorgente e Long Rifle si allontanano dal luogo di sepoltura di Sam Boyle, due indiani trovano il corpo esanime dell'uomo e decidono di rapirlo. Durante uno scontro a fuoco, Luna viene gravemente ferita e portata successivamente in salvo, è presto vittima di una febbre delirante. Jack decide allora di avventurarsi insieme a Long Rifle verso un luogo sacro per curare la propria amata, ma all'improvviso un'ombra oscura si materializza…



Pubblicato: Agosto 2017
Condividi:
Soggetto:
Andrea Lavezzolo
Copertina:
Michele Benevento
Titoli episodi:
L'Uomo in Ascolto
Disegni:
EsseGesse
Sceneggiatura:
Andrea Lavezzolo

Il Mondo di If - agosto 2017

Nei giorni precedenti all’uscita del primo numero di Kinowa sono state numerosissime le dimostrazioni di affetto che molti di voi hanno manifestato nei confronti del personaggio e di plauso per quanto riguarda l’iniziativa di If Edizioni di riportarlo in edicola in una collana propria. 

Se da una parte la cosa appaga la nostra autostima, dall’altra dimostra che esistono – e noi lo andiamo dicendo da tempo – personaggi immortali, capaci di conquistarsi un posto nell’Olimpo del fumetto e nei cuori dei lettori. Kinowa è una serie straordinariamente sfaccettata. Nella sua coralità anticipa un altro capolavoro di Andrea Lavezzolo, quel Piccolo Ranger nel quale ogni personaggio ha una personalità riconoscibile e un ruolo specifico nel complesso meccanismo narrativo della saga. 

Un po’ alla volta, infatti, dopo la momentanea scomparsa dalle scene del personaggio che le dà il titolo, la serie si concentra sulle vicende dello scout Long Rifle e dell’“indiano bianco” Silver Gek. È soprattutto l’immagine di quest’ultimo a conquistare i lettori e a mantenere inalterate le già alte vendite della testata. 

Il figlio di Kinowa affascina anche un altro grande sceneggiatore italiano, Gian Luigi Bonelli, che con Lavezzolo aveva lavorato a fianco a fianco nella scrittura di Dick Fulmine. Negli anni successivi, infatti, il “papà” di Tex crea ben tre serie i cui protagonisti sono nativi americani. Il primo è Yuma Kid, illustrato da Mario Uggeri, che fa il suo esordio nientemeno che su Poker, bizzarro rotocalco voluto da Tea Bonelli nel 1952. Cinque anni dopo, nel giugno 1957 arrivano Yado, disegnato da Francesco Gamba e apparso in appendice alla Collana del Tex, e Kociss, affidato alle matite di Emilio Uberti

È di questi tre straordinari fumetti che parleremo il prossimo mese. 

Seguici sui social

Registrati alla newsletter!

Iscriviti alla newsletter e ottieni subito
uno sconto del 10% sul tuo primo acquisto.
Non condivideremo mai la tua e-mail con terze parti.

Iscriviti ora

© 2019 Edizioni If srl | via Passo Pordoi 10, 20139 Milano | Privacy Policy - Cookie Policy
P.IVA, C.F. e n. Reg. Imprese di Milano 13341590159 | REA MI 1640774 | Cap. Soc. € 10.500,00 i.v.

Sito web e-commerce di Studio Blankpage

Ciao! Ti serve aiuto? Clicca sull'operatore e scrivici.

Chatta con noi su WhatsApp
Close and go back to page